Condivisione dei contenuti e della conoscenza in rete



Condivisione dei contenuti e della conoscenza in rete
Internet rappresenta un’opportunità senza precedenti per la condivisione di informazione e conoscenza. Permette inoltre a tutti gli utenti, con minime barriere di accesso, di creare contenuti e applicazioni. I fornitori di servizi online, piattaforme e contenuti non proibiscono agli utenti di usare Internet per l’apprendimento condiviso e la creazione di contenuti. La tutela dei diritti dei creatori di contenuti è coerente con il diritto degli utenti di essere parte attiva ai flussi di conoscenza culturale e scientifica.

Campaign: Condivisione dei contenuti e della conoscenza in rete

segnalazione di un passaggio poco chiaro

Una richiesta di chiarimento sulla interpretazione della frase "La tutela dei diritti dei creatori di contenuti è coerente con il diritto degli utenti di essere parte attiva ai flussi di conoscenza culturale e scientifica". Non dà l'idea di enunciare un principio.

 

Fondazione Ahref - incontro pubblico del 29.10.2012 moderato dal prof. Vincenzo D'andrea (Unitn)

Submitted by

Voting

0 votes
Active

Campaign: Condivisione dei contenuti e della conoscenza in rete

Accesso alle informazioni

Nella sezione "d", inserirei un esplicito riferimento all'Accesso alle informazioni, per contemplare non solo il punto di vista di chi produce e condivide informazioni, ma anche di chi quelle informazioni le cerca. Continuando il testo del documento: "I fornitori di servizi online, piattaforme e contenuti non proibiscono agli utenti di usare Internet per l'approfondimento condiviso e la creazione di contenuti, né limitano ...more »

Submitted by

Voting

2 votes
Active

Campaign: Condivisione dei contenuti e della conoscenza in rete

Favorire uso di licenze libere su piattaforme online

Per dare contenuto alla frase "I fornitori di servizi online, piattaforme e contenuti non proibiscono agli utenti di usare Internet per l’apprendimento condiviso e la creazione di contenuti", proporrei di sostituire con "Lo Stato favorisce ed incoraggia la possibilità di utilizzare licenze libere per la messa a disposizione su piattaforme online di contenuti generati dagli utenti, al fine di rendere tali contenuti modificabili ...more »

Submitted by

Voting

21 votes
Active

Campaign: Condivisione dei contenuti e della conoscenza in rete

Servizio di istruzione gratuito di alto livello

Università italiane ed europee dovrebbero riunirsi per creare una piattaforma analoga a quella del progetto EDX. I corsi dovranno essere completamente gratuiti, online e di durata massima di un anno. Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato valido in tutto il mondo o almeno riconosciuto all’interno dell’unione europea. In questo modo ognuno potrà approfondire un argomento con il metodo efficace universitario ...more »

Submitted by

Voting

10 votes
Active

Campaign: Condivisione dei contenuti e della conoscenza in rete

Ambiente e-learning per docenti di ogni ordine e grado

Propongo l'istituzione di una piattaforma e-learning tipo "Moodle" gratuita per tutte le scuole.

Submitted by

Voting

19 votes
Active

Campaign: Condivisione dei contenuti e della conoscenza in rete

Piattaforma di informazione iperlocale in ogni Comune italiano.

Predisposizione di una piattaforma da porre a disposizione dei Cittadini in ogni Comune italiano. Per la creazione di informazione generata dai Cittadini su temi di interesse iperlocale. Un unico strumento - di facile utilizzo e con le stesse caratteristiche per l'intero territorio nazionale - che favorisca un utilizzo utile della Rete da parte del Cittadino e che avvicini la Rete alla larga massa di "analfabeti digitali" ...more »

Submitted by

Voting

21 votes
Active

Campaign: Condivisione dei contenuti e della conoscenza in rete

"Autori di opere digitali" o "Creatori di contenuti"?

Propongo di evitare di utilizzare i termini "creatore" e "contenuti" nei documenti ufficiali in favore dei termini, linguisticamente superiori, "autore" e "opere digitali". Posso immaginare che i primi siano entrati nell'uso comune mutuandoli dal linguaggio anglosassone. Direi che in questo caso la mutuazione non è molto sensata in quanto questi termini abbruttiscono e impoveriscono una locuzione della lingua italiana ...more »

Submitted by

Voting

8 votes
Active

Campaign: Condivisione dei contenuti e della conoscenza in rete

Software Libero

La posizione italiana sui principi fondamentali di Internet è bellissima. Di seguito proponiamo, argomentando, che queste bellissime parole sono vere e totalmente realizzabili alla condizione che per Internet e in Internet si usi esclusivamente il software libero. EMENDAMENTO 1: Aggiungere nuovo punto dopo "Internet bene comune": Software esclusivamente libero ●Considerata la natura del software, di patrimonio dell'umanità ...more »

Submitted by

Voting

162 votes
Active