Competenze digitali

Quali competenze digitali?

“e dei suoi strumenti” può risulta forse un po’ generico? Trovo che “strumenti” da solo rischi di non rendere conto della differenza tra usare uno strumento, ed essere invece capace di capirne la logica interna e gli effetti comunicativi ad esso associati. L’approccio ahimè più diffuso alle competenze (nelle nuove tecnologie così come negli strumenti di comunicazione di massa) rischia sempre di propendere più verso competenze “dell’uso” piuttosto che competenze della consapevolezza. Non siamo riusciti nell’età dei mezzi di comunicazione di massa a rendere coscienti i più del linguaggio televisivo. Cosa succederà nell’era di internet? È importante saper pilotare un’auto (competenze del pilota, di base, dell’uso), ma è anche importante avere un’idea di come funzioni (competenze del meccanico, o dell’ingegnere, che capiscono effetti, conseguenze, e sanno “manipolare”).

 

Si potrebbe riscrivere qualcosa come: “Le competenze informatiche sono intese come educazione sia all’impiego delle tecnologie, che all’uso critico e consapevole dell’infrastruttura, dei differenti supporti e canali, e dei meccanismi di generazione del contenuto. Competenze e professionalità saranno identificate applicando [o “tramite”] modelli di riferimento internazionali.”

Tags

Voting

-1 votes
Active
Idea No. 117