Neutralità della rete e architettura aperta

quale neutralità della rete

La neutralità della rete costituisce una garanzia che il futuro di internet mantenga quei requisiti di apertura, di competitività e di innovazione che hanno consentito il suo successo. Internet si basa su protocolli definiti attraverso un processo aperto e condiviso; gli standard adottati sono liberamente accessibili in rete; le reti, i servizi, le applicazioni, i sistemi in Internet non negano arbitrariamente l’interoperabilità di tutti i protocolli che sono applicabili. L’architettura di Internet prevede la raggiungibilità di tutte le reti che condividono i protocolli ed adottano sistemi di indirizzamento standard, attraverso meccanismi di interconnessione tra reti di reti di operatori diversi, anche a più livelli (globale, regionale, locale); tutti gli operatori offrono un delivery best effort per garantire la raggiungibilità di tutte le reti; nessun dispositivo o rete é discriminato nella connessione con qualsiasi altro dispositivo o rete sulla base di criteri economici, politici, sociali. Tutti gli operatori offrono un delivery best effort per il servizio di accesso ad Internet senza alcuna discriminazione sulla base del contenuto, del destinatario o mittente, o dell’applicazione; e sono comunque tenuti a informare in maniera adeguata e trasparente il cliente, relativamente alle condizioni del servizio offerto. Tali informazioni dovranno essere commisurate sia alle esigenze del cliente che alle risorse dell’operatore (per evitare l’information overload)

Inoltre con la comparsa delle nuove reti broadband l’interazione dell’utente con la rete è diventata un’esperienza globale, che coinvolge tutti i sensi: la “user-experience”. Le reti di nuova generazione hanno prestazioni in grado di offrire maggiore disponibilità di banda, velocità, latenza e qualità del servizio superiori, consentendo il supporto in mobilità di servizi con requisiti elevati di performance (mobile video HD, real time personal communication, advanced gaming, professional services etc.).

Accanto al best effort, lo sviluppo di nuovi servizi come, ad esempio, il video streaming, i giochi on line, o la telemedicina sta quindi generando la domanda di servizi premium. Affinchè gli operatori siano in grado di continuare ad investire per garantire l’evoluzione di questi servizi, deve essere lasciata loro un’adeguata libertà commerciale nei modelli di business sia verso il cliente finale che verso altri player della catena del valore.

In questo contesto, proprio perché la natura dinamica di Internet richiederà sempre di più una maggiore eterogeneità di offerte e di relazioni commerciali, i governi devono facilitare questo processo evitando rigidità normative che impediscano lo sviluppo di queste pratiche commerciali.

 

Infine Internet si regge su sistemi di governance indipendenti da interessi particolaristici di natura privata o statale.

Tags

Voting

3 votes
Active
Idea No. 148