Internet bene comune

Una nazione al passo con l'avanguardia

Internet è un mezzo che permette di collegare fra loro tutti i dispositivi elettronici che ci accompagnano ogni giorno, che come descritto nella Legge di Moore migliorano ogni due anni circa, portando a quantità di cittadini sempre più grandi, più dispositivi, con una sempre più crescente possibilità di interazione.

Io, sono convinto che vietare e/o condizionare l'accesso a questo mezzo di comunicazione sia una condotta negativa poiché andrebbe a privare del diritto di parola ogni individuo, creando così soggetti incapaci di comunicare.

Non considerare internet un bene comune, privo di condizionamenti e libero, ostruirà lo sviluppo del libero pensiero e porterà allo sviluppo di soggetti socialmente inadatti.

Ritengo dovere di una nazione e con essa dei luminari che la guidano, annullare ogni divario di interazione fra i suoi concittadini. Solamente attraverso questo procedimento si potrà avere una comunità nazionale solida capace di affrontare il futuro.

Tags

Voting

17 votes
Active
Idea No. 49